earth-gaf8126862_1920

ECOS4IN – un progetto pilota internazionale sull’Ecosistema Internazionale per l’Industria 4.0

In questi giorni si conclude il progetto pilota ECOS4IN – Ecosistema Internazionale per l’Industria 4.0, implementato in via sperimentale nella Regione Lombardia e con grandi potenziali di replicabilità su altri territori con vocazione internazionale come la Regione Puglia.

L’Industria 4.0 e la rivoluzione digitale avranno e stanno già avendo un profondo impatto sulla nostra
società. Il continuo sviluppo di nuove tecnologie ha cambiato e potenziato diversi processi legati a
come consumiamo, come produciamo e, più in generale, come viviamo. Ecco perché essere attrezzati
per affrontare tali cambiamenti è diventato oggi più rilevante che mai.
Ecco la ragione del progetto internazionale ECOS4IN (Ecosistema Internazionale per l’Industria 4.0)
che attraverso la cooperazione transnazionale di soggetti coinvolti in strategie di specializzazione
intelligente e di processi di implementazione dell’Industria 4.0, ha scelto di rafforzare le capacità di
innovazione delle regioni in modo da rendere il tessuto imprenditoriale locale pronto alle sfide del
domani.
Al fine di raggiungere gli obiettivi del progetto, accanto alle analisi, ciascun partner ha ideato e
realizzato un progetto pilota. Nello specifico Fondazione Brodolini, ha progettato l’implementazione
di Human Capital Hub ECOS4IN, una piattaforma fisica e digitale, focalizzata sul settore food&
hospitality, che ha coinvolto un campione di PMI, appartenenti all’area di riferimento, e
studenti/under30.
Fondazione ha realizzato la propria sperimentazione attraverso l’ideazione di un Infohub con lo scopo
di promuovere/diffondere le competenze I4.0 in alcuni settori chiave dell’economia regionale.
Il programma ha visto il coinvolgimento di diversi attori pubblici e privati operanti nei settori
food&hospitality e in grado di connettere PMI, studenti e comunità in attività di fabbricazione e
innovazione digitale.
Un’attività chiave è stata quella di progettare e implementare un programma di capacity building per
rafforzare le competenze necessarie ad affrontare la rivoluzione digitale e si rivolgendosi
specificamente a PMI e studenti.
Il programma è stato progettato insieme a esperti nei settori dell’innovazione e della digitalizzazione
e consisteva in bandi educativi intorno all’industria 4.0 e alla digitalizzazione, consegnati prima alle
PMI e poi anche agli studenti, seguiti da valutazioni digitali e soft skills.
Sono state realizzate attività di divulgazione destinate a un pubblico più ampio quali studenti che, una
volta candidati e selezionati attraverso una call, sono stati collegati con ciascuna delle PMI per la
messa in atto di attività di co-design con l’obiettivo di progettare e sviluppare soluzioni che potessero
risolvere i bisogni precedentemente individuati dalle valutazioni per le PMI.
Al fine di interagire con la comunità, sono state implementate alcune key activities sia in presenza, le
quali sono state ospitate dal Milano Luiss Hub, sia su piattaforme digitali. Infatti,
sono stati progettati e implementati 7 webinar rivolti specificamente alla comunità e affrontando
diversi argomenti, come il turismo e l’industria 4.0, il design thinking e l’impatto della
digitalizzazione.
Tra le varie attività previste dall’InfoHub, ampio spazio è stato dedicato al tema Industria 4.0&
Disabilità, coinvolgendo un’organizzazione senza scopo di lucro chiamata Hackability, aprendo un
ciclo di attività di co-design con le PMI con l’obiettivo di sviluppare e implementare soluzioni in
grado di supportare il settore food&hospitality nell’accoglienza delle persone con disabilità visiva.
Attraverso il tavolo di co-progettazione e con la testimonianza diretta di persone ipovedenti, si è
andati alla ricerca delle soluzioni adattabili per facilitare l’utilizzo di spazi chiusi, quali musei e
camere di albergo, tenendo in considerazione le esigenze aziendali insieme a quelle personali.
Il progetto è riuscito non solo a raggiungere i suoi obiettivi, coinvolgendo complessivamente quasi
300 persone tra PMI, studenti e cittadini, nelle attività del programma, ma ha anche generato diversi
processi di co-design e open Innovation, ha creato e rafforzato una rete di esperti, aziende e curiosi
attorno al tema dell’Industria 4.0 e ha fatto scoprire ai partecipanti nuove opportunità legate alla
digitalizzazione per le loro imprese che potrebbero farle crescere in modo dirompente. Il risultato
finale del progetto consisterà in un Piano d’Azione che sarà incorporato nella strategia regionale di
innovazione e digitalizzazione per regione Lombardia. Supporterà sempre più PMI nell’adozione e
nell’implementazione di soluzioni innovative per gestire al meglio le loro attività e avrà un impatto
ancora maggiore su tutte le realtà locali in cui operano.

Per maggiori informazioni, è possibile visitare il sito del progetto: https://www.interreg-central.eu/Content.Node/ECOS4IN.html

MicrosoftTeams-image2

Firmato l’accordo di collaborazione tra Federazione Italiana Cuochi, Unione regionale Cuochi di Puglia e Apulia Chef Academy

Si è svolto ieri, mercoledì 19 gennaio, a Bari, l’incontro per la firma dell’Accordo di Collaborazione/Partenariato tra le prestigiose federazioni nel campo della gastronomia e dell’Alta formazione –  Federazione Italiana Cuochi e l’Unione Regionale Cuochi di Puglia – e la Apulia Chef Academy (ACA), un progetto ideato e sviluppato dall’Ente di Formazione ENAC Puglia per valorizzare la formazione professionale gratuita per giovani dai 17 ai 29 anni, finanziata dal Programma Regionale PO PUGLIA FESR-FSE 2014/2020, nei settori Agroalimentare e Gastronomico. 

Alla firma hanno presenziato l’Assessore alla Formazione e al Lavoro Sebastiano Leo e la consigliera regionale delegata al Turismo Grazia Di Bari.

Come sottolineato dalla consigliera Di Bari prima della firma, “[…] L’Apulia Chef Academy è un progetto promosso dall’ATS ‘Lavoriamo Insieme’ nell’ambito del programma Garanzia Giovani e ad oggi ha formato centinaia di ragazzi nel settore della ristorazione, dando loro gli strumenti per valorizzare il patrimonio enogastronomico pugliese. L’accordo di collaborazione ha la partnership dell’Assessorato alla Formazione della Regione Puglia e il patrocinio di Puglia Promozione. La promozione dei nostri prodotti è importante anche per creare nuove opportunità per il turismo, ad esempio attraverso l’ideazione di percorsi enogastronomici. […]“.

Si conferma, da parte dell’Assessore Leo e delle strutture di competenza, la grande attenzione e il continuo impegno per lo sviluppo e la creazione di nuove opportunità per la crescita di professionalità in grado di essere sempre più competitive nel mondo del lavoro e motore dello sviluppo del territorio.  Si sottolinea anche l’importanza delle sinergie e del lavoro congiunto con gli attori istituzionali e del territorio.

Nella foto: il Direttore ENAC Puglia Dario Palma, l'Assessore alla Formazione e Lavoro Sebastiano Leo, la Consigliera regionale delegata al turismo Grazia Di Bari e Salvatore Turturo della Federazione Italiana Cuochi
MicrosoftTeams-image (8)

#Digitalize your future: primi risultati dall’ intervento sperimentale di alfabetizzazione al social commerce e retail online cinesi

Arrivano i primi risultati dal progetto #Digitalize your future,  l’intervento sperimentale di alfabetizzazione al social commerce e retail online cinesi, avente come target un gruppo pilota di imprese pugliesi della filiera agroalimentare.

Votato all’internazionalizzazione e digitalizzazione, l’intervento  #Digitalizeyourfuture è finalizzato a sostenere concretamente gli operatori agroalimentari regionali che intendono approcciare il mercato cinese mediante strategie cross border di e-commerce, retail online e sui principali social network cinesi, come ad esempio WeChat, Weibo e Douyin.

Le aziende selezionate per il gruppo pilota sono state seguite nell’implementazione di brand image, social commerce e formazione Learning by doing da D1M, leader mondiale del retail online cinese, che vanta nel suo portafoglio clienti i brand internazionali più importanti, tra i quali Dior, Ferragamo, Tod’s, Jimmy Choo, solo per menzionarne alcuni.

L’intervento ha previsto una fase propedeutica di formazione sull’analisi del mercato cinese, strategie integrate di comunicazione online ed offline, media ed intercultural management. 

Durante il periodo di sperimentazione, le imprese del gruppo pilota hanno potuto utilizzare gli account del brand Regione Puglia come marchio ombrello per la promozione, con notevoli risultati dal punto di vista della visibilità dei post e interazione da parte degli utenti dei social.

Dopo la sperimentazione sul gruppo pilota di imprese del Fashion, la Regione Puglia metterà a disposizione l’intervento delle imprese pugliesi che vorranno iniziare con il social commerce in Cina e potranno usufruire dell’account della Regione Puglia come marchio ombrello per la promozione di prodotti e delle eccellenze regionali.

pexels-ekrulila-2292837

Consegnati i diplomi dei primi Master Specialistici di Alta Formazione organizzati da Adsum Bari e dalla Regione Puglia

Lo scorso lunedì 5 luglio alle ore 16 presso Una Hotels Regina a Parchitello, Bari si è svolta la cerimonia di consegna dei diplomi dei Master di Alta Formazione organizzati da Adsum Bari, centro di formazione accreditato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e dalla Regione Puglia.

Alla cerimonia sono intervenuti Sebastiano Leo, assessore alla Formazione e al Lavoro della Regione Puglia, Anna Lobosco, dirigente del Servizio Formazione Professionale della Regione Puglia, Carla Palone, assessore alle Attività Produttive del Comune di Bari,  Massimiliano Parise, esperto di Management, Antonio Perruggini, dirigente di azienda, Salvatore Scacco, professore universitario, e i rappresentanti di Adsum, Rudy Russo e Vito Gargano, rispettivamente, direttore generale e responsabile della sede di Bari.

pexels-anete-lusina-4792266

Pubblicato l’Avviso Pubblico per l’assegnazione di €1.500.000,00 da destinare a “Progetti per la formazione e riqualificazione professionale”

È stato pubblicato online l’avviso pubblico del Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione – per l’assegnazione di €1.500.000,00 da destinare a programmi socio assistenziali volti a fornire servizi di “Progetti per la formazione e riqualificazione professionale” effettuata da enti accreditati e che possano rilasciare apposito attestato di qualifica professionale valida su tutto il territorio nazionale, preferibilmente nel campo socio – sanitario, per persone in stato di bisogno ed in cerca di occupazione.

La scadenza per la presentazione delle candidature dei progetti è fissata al prossimo 14 Luglio 2021 alle ore 12:00.

Per maggiori informazioni, per consultare il bando e la documentazione per la presentazione della propria proposta, vi invitiamo a visitare la pagina dedicata sul sito del Ministero dell’Interno cliccando qui

Partecipa alla consultazione pubblica sull’aggiornamento delle linee guide per per la convalida dell’apprendimento non formale e informale

La Commissione Europea e il Cedefop, supportati dal Gruppo Consultivo del Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF AG), stanno attualmente aggiornando le linee guida europee per la validazione dell’apprendimento non formale e informale. Lo scopo delle linee guida è quello di sostenere i responsabili politici e i professionisti nello sviluppo e nell’implementazione di soluzioni per servire gli individui nei loro processi di convalida.

Nell’ambito del processo di aggiornamento,  la Commissione Europea e CEDEFOP hanno lanciato una consultazione pubblica rivolta a tutti i cittadini e le cittadine, istituzioni o enti, esperti e esperte di convalida e chiunque a vario titolo sia interessato alla tematica.

La consultazione è compilabile fino alla fine di giugno 2021 al seguente link: Update of the European Guidelines for validating non-formal and informal learning

Per scaricare le attuali linee guida e seguire il processo di aggiornamento, visitare il sito: European guidelines for validating non-formal and informal learning

pexels-andrea-piacquadio-3760067

Save the date – Webinar “China releases Foreign Investments Security Review Measures”, 4 febbraio 2021 h 10

Questo giovedì 4 febbraio alle ore 10:00 (CET) si terrà il webinar organizzato dall’area di consulenza legale di PwC China con la presentazione delle recenti modifiche alle misure sulla sicurezza degli investimenti esteri in Cina rilasciate a dicembre 2020.  

Tali misure emanate congiuntamente dalla Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme e dal Ministero del Commercio avranno impatti profondi e di vasta portata su molte aziende che stanno investendo o intendono investire in Cina.

Per seguire l’evento, è possibile collegarsi al seguente link: https://pwc-asiamc.webex.com/pwc-asiamc/j.php?MTID=m442ecf53d2eb8f8d102f2eb88ca9bd5d
event number: 3518156 e password: 1765553480 

valorizzazione-competenze

Pubblicate le Linee guida per l’interoperatività degli enti pubblici titolari nell’ambito del Sistema nazionale di certificazione delle competenze

Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale n.13 del 18 gennaio 2021, è stato ufficializzato il Decreto 5 gennaio 2021 che adotta le linee guida per l’interoperatività degli enti pubblici titolari del sistema nazionale di certificazione delle competenze.

La operatività del Sistema nazionale di certificazione delle competenze si inserisce nel più ampio processo nazionale per il diritto individuale all’apprendimento permanente, in cui il riconoscimento e la certificazione delle competenze acquisite dall’individuo sono determinanti per favorire e sostenere un concreto incremento della partecipazione delle persone alla formazione, nonché una spendibilità delle competenze acquisite anche in contesti informali e non formali all’interno del mercato del lavoro.

La messa a regime del sistema nazionale di certificazione delle competenze costituisce una leva strategica essenziale per l’innalzamento dei livelli di qualificazione e occupabilità, per la competitività e produttività delle imprese e delle professioni e per l’ammodernamento e l’efficacia dei servizi e delle misure di politica attiva del lavoro.

Per maggiori informazioni, è possibile visionare qui il testo del Decreto 5 gennaio 2021.

Fonte: Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Linee guida per l’interoperatività degli enti pubblici titolari nell’ambito del Sistema nazionale di certificazione delle competenze, 19 gennaio 2021: https://www.lavoro.gov.it/notizie/Pagine/Sistema-nazionale-di-certificazione-delle-competenze.aspx

barsento-2191234_1920

Focus group per la condivisione delle policies regionali nell’agroalimentare – 27 gennaio 2021

L’Assessorato all’Agricoltura ha avviato un processo di definizione delle policies afferenti al settore dell’agroalimentare e delle direttrici strategiche per i prossimi anni.

La prospettiva adottata dall’Assessorato è votata in particolare all’innovazione, alle competenze 4.0 e all’internazionalizzazione del settore produttivo pugliese, con un approccio di tipo bottom up con gli stakeholders del territorio nella progettazione di ogni intervento.

L’Assessorato all’Agricoltura intende disegnare con gli operatori del settore, il percorso da intraprendere insieme al fine di consentire alla P.A. di rappresentare un sostegno agli operatori della filiera agroalimentare che necessitano di far ripartire il commercio internazionale attraverso un’azione di digitalizzazione dei processi di vendita e di relazioni oltre il confine

In questo contesto, mercoledì 27 gennaio si svolgerà un focus group per la condivisione delle policies regionali nell’agroalimentare che vedrà la partecipazione dell’Assessore all’Agricoltura, prof. Donato Pentassuglia, e aziende rappresentative del settore per elaborare una vision, degli obiettivi condivisi, in modo da poter poi procedere con una programmazione degli interventi regionali in linea con le aspettative del territorio.