tech-5090539_1920

Save the date – WEBINAR | Presentazione Italy-China Matchmaking Platform | 22 gennaio ore 10

ICBC e Fondazione Italia Cina lanciano in Italia una piattaforma di matchmaking digitale a disposizione di Soci e imprese per l’individuazione di partner commerciali cinesi.

La presentazione della nuova piattaforma si terrà venerdì 22 gennaio alle ore 10 sulla piattaforma ZOOM.

Per partecipare al webinar è necessario registrarsi al seguente link.

Business Matchmaker è una piattaforma digitale di matchmaking globale al servizio delle piccole e medie imprese finalizzata anche a supportare l’attuazione dell’accordo sugli investimenti recentemente raggiunto tra Unione Europea e Cina.

Attraverso la Fondazione Italia Cina le imprese potranno registrarsi gratuitamente al portale inserendo i propri dati aziendali, specifiche relative a prodotti e servizi richiesti e/o offerti in ottica di collaborazione con le controparti cinesi.

La Fondazione, in collaborazione con lo staff di ICBC Milan Branch, si occuperà di coordinare il processo per rendere più conveniente per le aziende l’accesso alla piattaforma, organizzare focus e iniziative B2B, coinvolgendo settori specifici e diverse aree geografiche.

Programma del webinar

10.00 Saluti del Presidente della Fondazione Italia Cina Mario Boselli e del Senior Management ICBC HO Inclusive Financing Dept.

10.15 Introduzione a cura di Marco Bettin, Direttore Operativo Fondazione Italia Cina

10.30 Presentazione del nuovo  strumento da parte di esperti del ICBC HO Inclusive Financing Dept. con il supporto di Sergio Miele, Senior Business Development Consultant ICBC Milan Branch

11.00 Sessione Q&A

11.30 Conclusione

pexels-ivan-samkov-4240497

Save the date – Webinar “The Future of VET”, 26 gennaio 2021 ore 14-15.40

Il 26 gennaio 2021 dalle ore 14 alle ore 15.40 sì svolgerà il webinar “The Latest EU VET policy and the future of VET”, organizzato dalla DG Employment e rivolto ai centri di formazione.

Il webinar analizzerà le politiche rivolte alla formazione professionale e presenterà le nuove iniziative sul futuro delle politiche VET e degli sviluppi del programma Erasmus+.  

Per partecipare, è possibile registrarsi al seguente link entro il prossimo lunedì 25 gennaio: https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/VET_Webinar_Registration 


pexels-pixabay-327345

Cina: Firmato il più grande accordo commerciale del mondo

Le nazioni dell’Asia del Pacifico, tra cui Cina, Giappone e Corea del Sud, hanno firmato il più grande accordo di libero scambio regionale del mondo, che comprende quasi un terzo della popolazione mondiale e del prodotto interno lordo.

Secondo Michele Geraci, professor of practices in Economic Policies alla Nottingham University a Ningbo e adjunct professor alla New York University a Shanghai  “Per l’Italia è una buona notizia, certamente non dobbiamo essere immobili e il nostro Governo deve stimolare e favorire i rapporti commerciali – prosegue Geraci – visto che il nostro export totale è di 43 miliardi di dollari in questi 15 Paesi. [….] questa nuova alleanza può permetterci di penetrare più facilmente gli altri mercati dell’area asiatica”. 

Anche la Regione Puglia sta per siglare per questo due importanti accordi focalizzati sul tema delle competenze per l’internazionalizzazione nel mercato cinese:

– uno con NCTM( https://www.nctm.it/), fra i più importanti studi legali con sedi a Milano, Roma, Bruxelles, Shanghai, ecc. Leader nel supporto alle imprese italiane ed europee che intendono penetrare i mercati internazionali, in particolare cinese. 

– uno con Fondazione Italia Cina e, in particolare, la Scuola di Formazione Permanente, in quanto leader in Italia nell’insegnamento della lingua cinese, intercultural management, etc.

Per maggiori informazioni sul più grande accordo di libero scambio regionale del mondo, si rimanda all’articolo di Leopoldo Gasbarro apparso su Wall Street Italia il 15 novembre 2020 e accessibile al seguente link:  https://bit.ly/2Ki4pPN

Petal_multicolors_6

Settimana europea della formazione professionale al via il 9 novembre 2020

Dal 9 al 13 novembre si terrà la Settimana europea della formazione professionale, l’evento annuale in cui le organizzazioni locali, regionali e nazionali mettono in mostra il meglio della formazione professionale. 

L’opportunità di diventare partner ufficiali della Settimana europea della Formazione Professionale è estesa anche ai singoli organismi di formazione, i quali potranno segnalare attività ed eventi realizzati nell’ambito della formazione professionale. 

Gli enti possono segnalare iniziative realizzate nel periodo marzo-dicembre 2020 che, una volta approvate dagli organizzatori, saranno inserite dalla Commissione europea sul sito web ufficiale, rappresentando una grande opportunità di promozione.  

Come diventare partner
Per ulteriori informazioni su come diventare partner della Settimana europea della Formazione Professionale e presentare un’iniziativa, è possibile consultare la seguente pagina web sul sito ufficiale. 

EU Vocational skills

PARTECIPA AI PREMI EUROPEI PER L’ECCELLENZA PROFESSIONALE 2020

Nel quadro della Settimana Europea delle formazione professionale 2020, la Commissione Europea ha lanciato un invito a partecipare ai premi per l’eccellenza professionale. 

 I VET Excellence Awards sono una grande opportunità per far conoscere la tua organizzazione o condividere la tua passione per l’istruzione e la formazione professionale. Trattasi di un riconoscimento che premia persone, organizzazioni e progetti che si distinguono per l’impegno, la qualità e l’innovazione in materia di istruzione e formazione professionale.

I premi servono inoltre per costruire nuove reti, per creare nuove opportunità di apprendimento e di carriera, oltre a mostrare l’eccezionale lavoro svolto dalla comunità della Formazione Professionale in tutta Europa.

Quest’anno, ove possibile (a seconda della categoria del premio), verrà assegnato un bonus a quei progetti / attività che sono in linea con una delle priorità della Commissione europea per il periodo 2019-2024: il Green Deal e un’Europa adatta all’età digitale.

Si precisa che la scadenza per le candidature varia dal 31 luglio al 31 agosto in base alle categorie. Per maggiori informazioni si prega di far riferimento al seguente link: https://ec.europa.eu/social/vocational-skills-week/awards-vet-excellence-2020_en

person-writing-on-notebook-4144923

Conclusa la prima sperimentazione IVC!

Il 17 giugno, presso la Sezione Formazione Professionale della Regione Puglia, si è conclusa la prima sessione dell’esame per il conseguimento del certificato di qualifica di Operatore/Operatrice per le attività di assistenza familiare.

La Procedura di Certificazione si è tenuta in parte in modalità a distanza per far fronte all’Emergenza COVID. Per la prima volta in assoluto in Regione Puglia, di svolgere l’esame anche a persone che non hanno frequentato neanche un’ora di corso ma che hanno maturato le loro competenze in contesti diversi da quello formale(principalmente lavorando nelle cooperative sociali pugliesi).  Il progetto Puglia Competenze ha assistito la Regione in tutto il percorso, dal disegno della procedura, alla definizione normativa, alla strutturazione della metodologia, alla costruzione delle prove per l’assessment, all’accompagnamento e formazione del personale dei Centri Servizi/Centri Apprendimento permanente delle Università e dei CPIA, fino alla costituzione delle Commissioni d’esame.

Hanno partecipato e superato l’esame 28 cittadini pugliesi che sono stati seguiti nel percorso dal CAP – Centro per l’Apprendimento Permanente dell’Università di Bari. Questa è stata la prima sessione di accesso per i cittadini coinvolti nella sperimentazione gratuita, avviata nel 2019, a cui hanno aderito complessivamente 260 personerispondendo all’avviso pubblico della Regione Puglia, rivolto agli occupati in strutture sanitarie ospedaliere e a carattere sociosanitario e socio assistenziale operanti nel territorio regionale, con un’esperienza professionale di almeno 5 anni e competenze afferenti alla figura di Operatore/Operatrice per le attività di Assistenza familiare. Un target scelto proprio considerando la necessità di riqualificazione e upskilling del personale presente in questo settore.

Complessivamente sono previste 10 sessioni d’esame per la certificazione delle competenze validate a seguito del percorso di sperimentazione svolto dalla rete dei CPIA e dai centri servizi degli atenei pugliesi. Gli esami si terranno in diverse zone del territorio pugliese con accesso gratuito per tutti i cittadini coinvolti nella sperimentazione.  

Grazie a questa iniziativa un consistente numero di lavoratrici e lavoratori con esigenze di qualificazione avranno rafforzato la loro posizione sul mercato del lavoro ed avranno accesso ad opportunità di upskilling. La Regione Puglia ha previsto che l’intera sperimentazione del servizio di Individuazione e validazione e dell’erogazione sperimentale della certificazione sia monitorata e valutata.


Nonostante i risultati finali non siano ancora disponibili, è già possibile dedurre, dai commenti di quanti hanno partecipato alla prima sessione d’esame, come l’iniziativa sia stata considerata positiva e rilevante per la propria riqualificazione professionale grazie alla valorizzazione delle competenze acquisite nel corso delle esperienze di vita e di lavoro.

competenze-migranti

Valorizzazione dei titoli e delle competenze

La Regione Puglia, attraverso il progetto Puglia Competenze ed in collaborazione con l’Università degli studi di Bari, Officina delle Competenze e CIMEA, promuove il seminario “Valorizzazione dei titoli e delle competenze di migranti e rifugiati  – Strumenti per l’integrazione accademica e l’inclusione lavorativa” il 19 Novembre presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Aula Magna.